Pubblicato il: 1 Febbraio 2020

FIPAV – PRIMA DIVISIONE: RIPRENDE LA MARCIA AL VERTICE !!!

Settimo T.se, 31 gennaio 2020 – Dopo la brutta sconfitta di Venaria, pronto riscatto per la Pallavolo Settimo che supera agevolmente in casa la Valentino Volpianese.

PALLAVOLO SETTIMO         3
VALENTINO VOLPIANESE   0
(25-17; 25-16; 25-18)

PALLAVOLO SETTIMO: Biaggi, Bodini (Cap), Boschetto, Correndo (lib), Crovella, Fuochi, Gallo, Mehja, Niglio (lib), Panero, Sacco, Sinisi.
Allenatore: Marco Dal Pont
Dirigente: Luciano Pasini

Dopo la sconfitta inaspettata di giovedì scorso sul campo del Venaria, le ragazze di coach Dal Pont erano chiamate ad un pronto riscatto per mantenere la testa della classifica insieme al Castellamonte, prossimo avversario.

Di scena all’8 Marzo la Valentino Volpianese che all’andata era l’unica squadra ad aver fermato le Settimesi.
Coach Dal Pont, a differenza dell’andata, ha a disposizione tutte le ragazze. Il sestetto iniziale vede in campo Boschetto al palleggio con capitan Bodini opposta, Sinisi e Mehja di banda, Panero e Crovella centrali, Correndo libero (Niglio nel terzo parziale).

La partita scorre veloce e piacevole senza che il risultato sia mai in discussione a favore delle padrone di casa, concentrate nel riscattare l’inattesa sconfitta con il Venaria. L’andamento dei parziali è analogo per tutti i tre set. Sostanziale equilibrio fino ai 10/12 punti. Poi accelerata delle Settimesi, precise in attacco come non mai e concentrate in difesa, con chiusura perentoria dei set con parziali “importanti”.

Poco più di un’ora di gioco è bastata per chiudere sul 3 a 0 (25-17; 25-16; 25-18) una gara mai veramente in discussione, in cui le giovani avversarie sono riuscite solo in parte a dimostrare il loro valore.

Archiviati questi 3 importanti punti che consentono di mantenere la testa del girone, Venerdì prossimo avrà luogo lo scontro diretto con le coinquiline in testa alla classifica del Castellamonte, sconfitte per 3 a 2 all’andata in una gara interminabile. Servirà la miglior Pallavolo Settimo per contrastare sul proprio terreno di gioco le forti Canavesane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*